Home » Comunicati Stampa » Tempo d’Orchestra: lunedì 31 ottobre al Teatro Sociale di Mantova

Tempo d’Orchestra: lunedì 31 ottobre al Teatro Sociale di Mantova

Tempo d’Orchestra: lunedì 31 ottobre al Teatro Sociale di Mantova - Silvia Chiesa

Tempo d’Orchestra: lunedì 31 ottobre al Teatro Sociale di Mantova l’Ocm con Silvia Chiesa, Maurizio Baglini e Umberto Benedetti Michelangeli 

Il concerto celebra i 25 anni di Fondazione Cariplo 

Lunedì 31 ottobre l’Orchestra da Camera di Mantova fa il suo debutto nell’ambito della 24esima stagione concertistica di Tempo d’Orchestra (Mantova, Teatro Sociale, ore 20.45). Al suo fianco due solisti della scena internazionale, Silvia Chiesa, violoncello, e Maurizio Baglini, pianoforte. A dirigere l’insieme Umberto Benedetti Michelangeli, direttore che con l’orchestra stringe uno storico sodalizio.   

Il concerto ha una doppia valenza: data della stagione, tappa di un percorso d’ascolto articolato e insieme festa di compleanno di Fondazione Cariplo, da lungo tempo al fianco dell’Orchestra da Camera di Mantova e delle sue attività artistiche. 

Fondazione Cariplo fa filantropia con la passione per l’arte, la cultura, la ricerca scientifica, il sociale e l'ambiente. Oggi è concentrata sul sostegno ai giovani, al welfare di comunità e al benessere delle persone, realizzando progetti insieme alle organizzazioni non profit. Dal '91 ad oggi la Fondazione ha sostenuto oltre 30 mila iniziative donando 2,8 miliardi di euro. Nel 2016 la Fondazione compie 25 anni.  

Il programma di lunedì 31 ottobre si presta al festeggiamento, annoverando due popolarissimi Concerti di Schumann (in la minore per violoncello e orchestra op. 129 e in la minore per pianoforte e orchestra op. 54) e la Sinfonia “Incompiuta” di Schubert.   

I solisti che affronteranno i due Concerti di Schumann sono Silvia Chiesa e Maurizio Baglini. La violoncellista milanese è un’interprete di riferimento in particolare delle musiche del Novecento Italiano e quest’anno ha ricevuto il premio Anlai della liuteria artistica italiana. Per lei hanno scritto importanti autori di oggi quali Corghi, D’Amico, Fedele, Betta e Campogrande. Il pianista pisano si divide tra una fitta agenda internazionale di concerti e l’intenso impegno discografico in esclusiva per Decca: dopo il successo dei cd dedicati a Liszt, Brahms, Schubert, Domenico Scarlatti e Mussorgsky, ha appena dato il via alla registrazione dell’integrale pianistica di Schumann. Chiesa e Baglini formano anche un affiatatissimo duo: hanno da poco festeggiato il 200° concerto insieme a Milano nella stagione della “Verdi”, dove hanno anche presentato il loro nuovo cd con l’integrale per violoncello e pianoforte di Rachmaninov (Decca).